ChiamaciSiamo qui

Massaggio Linfodrenante

Centro Medico

Created with Sketch.

” Il massaggio è senza tempo, immutato nei secoli, anche oggi, dove

l’isolamento tecnologico ha prodotto solo contatti virtuali, il massaggio è la

cura per superare il virtuale. “

DUILIO LA TEGOLA
Shadow
Slider

Il massaggio linfodrenante è un particolare tipo di massaggio il cui scopo è quello di favorire il drenaggio dei fluidi linfatici, riducendone i ristagni attraverso la stimolazione della circolazione linfatica.

Il massaggio linfodrenante noto anche come drenaggio linfatico manuale, è un particolare tipo di massaggio il cui scopo è quello di favorire il drenaggio dei fluidi linfatici, riducendone i ristagni attraverso la stimolazione della circolazione linfatica.

La tecnica viene utilizzata sia in campo estetico che in campo medico ed è stata ideata da un medico danese, Emil Vodder, negli anni Trenta; non a caso, il massaggio è anche noto come massaggio Metodo Vodder.

Questo particolare massaggio si esegue attraverso movimenti a spirale che vengono praticati sui linfonodi.

Le manovre del massaggiatore saranno molto delicate, perché questa tecnica agisce sui vasi linfatici, che sono più fini di quelli sanguigni. Infatti i movimenti principali con cui si esegue tale massaggio sono costituiti da cerchi fatti con le dita per spostare la linfa, pressioni dei pollici e uso delle mani sovrapposte. La direzione verso cui si effettua il massaggio è quella delle cosidette stazioni della linfa: ascelle, inguine, base del collo.

La tecnica viene utilizzata sia in campo estetico che in campo medico ed è stata ideata da un medico danese, Emil Vodder, negli anni Trenta; non a caso, il massaggio è anche noto come massaggio Metodo Vodder.

Questo particolare massaggio si esegue attraverso movimenti a spirale che vengono praticati sui linfonodi.

Le manovre del massaggiatore saranno molto delicate, perché questa tecnica agisce sui vasi linfatici, che sono più fini di quelli sanguigni. Infatti i movimenti principali con cui si esegue tale massaggio sono costituiti da cerchi fatti con le dita per spostare la linfa, pressioni dei pollici e uso delle mani sovrapposte. La direzione verso cui si effettua il massaggio è quella delle cosidette stazioni della linfa: ascelle, inguine, base del collo.

I BENEFICI DEL MASSAGGIO LINFODRENANTE

Il linfodrenaggio manuale può essere utilizzato sia a livello medico che a livello estetico. I suoi effetti principali sono:

  • antiedematoso, contro gonfiori, ristagni e cellulite, infatti aiuta il metabolismo a funzionare in modo corretto ed evita quei gonfiori che si accumulano nelle gambe, sui glutei o all’altezza dell’addome;
  • cicatrizzante;
  • rilassante, per la sua ritmicità e per la caratteristica leggerezza delle manovre di sfioramento;
  • rigenerante proprio grazie al miglioramento della microcircolazione, è utile quindi usare il linfodrenaggio manuale in caso di malattie cutanee;
  • miglioramento della microcircolazione, favorendo una maggiore ossigenazione dei tessuti e migliorando visibilmente il tono e l’aspetto generale cutaneo;
  • effetto sulle difese immunitarie: in tutti quei casi in cui si voglia migliorare l’immunità locale, come nel caso di acne, piccole ferite o ferite post operatorie non in fase acuta e nei casi di edemi;

Le manovre sull’addome del linfodrenaggio possono essere utili anche nella risoluzione della stitichezza cronica, vanno però evitate in caso di disturbi mestruali, gravidanza e in generale in caso di disturbi dolorosi del basso ventre.

Questa tecnica non ha particolari controindicazioni, anzi lenisce lo stress a carico del sistema nervoso ed ha funzione analgesica.

Però non devono sottoporsi a linfodrenaggio persone affette da:

  • infezioni in fase acuta,
  • eczemi e macchie della pelle,
  • tumori maligni,
  • insufficienza cardiaca,
  • insufficienza renale,
  • ipertiroidismo,
  • asma bronchiale e bronchiti asmatiche acute,
  • flebiti e tromboflebiti,
  • ipotensione.