Cavitazione

L’alternativa non chirurgica alla liposuzione.

La cavitazione grazie alle sue onde ultrasonore a bassa frequenza agisce in profondità nel tessuto cutaneo e raggiunge lo strato adiposo, gli adipociti.

La pelle è il nostro biglietto da visita,

oltre a proteggerci e mantenere la nostra temperatura ideale, essa condiziona le nostre relazioni e la nostra vita quotidiana.

Cavitazione

La cavitazione sfrutta onde ultrasonore a bassa frequenza. Agisce in profondità nel tessuto cutaneo e raggiunge lo strato adiposo, gli adipociti. Con la CAVITAZIONE ripristiniamo la circolazione e in questo modo miglioriamo anche il derma e la qualità del tessuto. La spinta ultrasonora a bassa frequenza all’interno del liquido interstiziale promuove la formazione di microbolle in corrispondenza del pannicolo adiposo, che con la variazione di pressione, l’aumento di temperatura si ha l’alterazione della membrana dell’adipocita ipertrofico.

Il rilascio del flusso ultrasonoro dal manipolo porta alla formazione di bolle di vapore e alla variazione del liquido interstiziale, si ha un’espansione progressiva delle bolle che porta ad un’implosione delle stesse.

La cellula rilascia trigliceridi che vengono rimessi in circolo e poi esplusi grazie ai reni e al fegato.

COSA SI OTTIENE:

  • Riduzione dei depositi lipidici
  • Rimodellamento del contorno cutaneo
  • Miglioramento della consistenza cutanea
  • Stimolazione della circolazione sanguigna e linfatica

La pelle

La pelle è formata da tre strati:

  • L’epidermide, strato più esterno a contatto con l’esterno, è il nostro primo scudo dai pericoli dell’ambiente. L’epidermine comprende anche cellule morte che vengono sostituite ogni 28 giorni fino a 25 anni, mentre con il passare del tempo e l’avanzare dell’invecchiamento ciò avviene sempre più lentamente e lo strato di cellule morte è sempre più spesso.
  • Il derma, la componente principale sono i fiboblasti che producono acido ianulonico che idrata i tessuti e elastina che li rende elastici.
  • L’ipoderma, protegge alcune zone precise formando cuscinetti adiposi per proteggere organi o zone più sensibili come guance, addome, ecc.. in questo strato si accumulano i trigliceridi che se sono in eccesso fanno ispessire l’ipoderma. Gli adipociti aumentando di dimensione non fanno passare la linfa e sangue.

PRINCIPALI INESTETISMI DEL CORPO:

  • Adiposità localizzata → dipende soprattutto da un fattore genetico. Lo troviamo negli uomini  e nelle donne specialmente nell’addome, in quest’ultimi si ha anche al seno.
  • Rilassamento cutaneo → si ha a causa dell’invecchiamento del tessuto o per un forte dimagrimento o dopo la gravidanza. Negli uomini e nelle donne solitamente si ha nell’interno coscia, nel basso addome, nel braccio e nelle donne si ha anche nella zona del seno.
  • P.E.F.S. ( Panniculopatia-Edemato-Fibro-Sclerotica ) → ovvero la cellulite, dovuta specialmente all’ormone femminile. Si ha sulle coscie e sui glutei principalmente. Ed è dovuto al nostro stile di vita, ad esempio abiti attillati, scarpe con il tacco, errate abitudini alimentari, fattori ormonali/genetici. Tutti questi causano un alterazione del microcircolo, un aumento volumetrico degli adipociti e una destrutturazione delle fibre elastiche di sostegno e la inducono la formazione di tessuto fibroso/sclerotico.
  • La CELLULITE → si forma perché gli adipociti aumentano le dimensioni e si ha così la strozzatura dei vasi sanguigni e linfatici.

Con la CAVITAZIONE ci proponiamo di stimolare la membrana del lipocita e di riattivare la giusta microcircolazione.

0 0 vote
Article Rating